Meditazione per principianti – come iniziare a meditare a casa

La vita può diventare piuttosto caotica a volte. I problemi che affrontiamo quotidianamente spesso ci lasciano stressati, stanchi e, talvolta, anche infelici. Le persone desiderano ardentemente un modo per staccare la spina e riposare la mente. La meditazione offre un modo per farlo. Se hai sempre voluto provare la meditazione, ma non sei sicuro di come iniziare, ti offriamo degli suggerimenti di seguito.

Cos’è la meditazione?

Il più delle volte, ci identifichiamo completamente con i nostri pensieri, il che significa che non c’è separazione tra i pensieri e il pensatore. La meditazione inizia a rompere questa relazione. Esistono diverse scuole di meditazione, ognuna con la propria metodologia. La tecnica di osservazione del respiro descritta di seguito si basa su una tradizione buddista.

1. Stabilire l’orario adatto a te

A molte persone piace meditare al mattino appena svegli, ma se per te è meglio un altro momento della giornata, scegli l’orario più adatto a te. Assicurati solo di scegliere un momento in cui puoi costantemente dedicarti a questa pratica. Non deve essere lungo. Dieci o quindici minuti sono un buon punto di partenza. Se hai una normale routine di yoga a casa, puoi fare la meditazione alla fine.

2. Crea lo spazio

Oltre a scegliere un orario, devi anche trovare un posto per la tua pratica. Non deve essere grande o avere alcun tipo di arredamento speciale, ma dovrebbe essere lontano dalle distrazioni domestiche. Un angolo della tua camera da letto o del soggiorno è perfetto. Avrai anche bisogno di un timer che suonerà alla fine della sessione di meditazione in modo da non controllare costantemente l’orologio per vedere quanto tempo è rimasto. Silenzia il telefono in modo da non essere tentato di interrompere la meditazione se qualcuno ti chiama.

3. Riscaldamento

Potresti voler fare qualche esercizio di stretching oppure yoga come riscaldamento prima di sederti, specialmente se hai intenzione di meditare come prima cosa al mattino. Se trovi che non hai bisogno di riscaldarti, va bene lo stesso.

4. Come sedersi

Se puoi sederti sul pavimento, usa delle coperte o un cuscino. I cuscini per la meditazione chiamati zafu sono belli, ma sicuramente non necessari. Prova una posizione a gambe incrociate come sukasana. La maggior parte delle persone non può sedersi per lunghi periodi nella posizione del loto e può persino ferirsi provando, quindi evitatelo per ora. Se le gambe incrociate non sono comode, prova virasana con un blocco sotto il fondo schiena. Spesso è una posizione più facile per la schiena. Se non riesci a sederti sul pavimento, va bene lo stesso. Trova una sedia dove puoi sederti dritto con entrambi i piedi appoggiati sul pavimento.

5. Posizione delle mani

Potresti aver visto immagini di persone meditare con le mani in varie posizioni chiamate mudra. Puoi provare qualsiasi posizione tu abbia visto, ma puoi anche semplicemente mettere le mani in grembo. Un’altra opzione è quella di mettere le mani sulle ginocchia con i palmi verso l’alto o verso il basso. Trova una posizione comoda per te.

6. Cosa fare

Mettiti seduto e chiudi gli occhi. Inizia ad osservare il tuo respiro senza tentare di cambiarlo. C’è la tendenza a voler analizzare il tuo respiro non appena lo noti. Devi resistere a questo impulso. Focalizza tutta la tua attenzione sulle inspirazioni ed espirazioni, portando l’attenzione sulla sensazione dell’aria che si muove dentro e fuori dalle tue narici. Puoi contare i respiri se ciò ti aiuta a rimanere concentrato. Quando i tuoi pensieri si intromettono, prova a immaginarli dissolvere prima di riportare la tua attenzione sul respiro.

Quando la tua mente inizia a vagare, come inevitabilmente farà, nota i tuoi pensieri e poi rilasciali.

7. Quanto tempo?

Per la prima volta, imposta il timer per cinque minuti. Quando sei pronto, inizia ad aggiungere un minuto in più al tuo tempo di seduta. Lavora lentamente fino a dieci e poi venti minuti.

8. Alla fine della seduta

Quando il timer suona, apri gli occhi. Ti bastano pochi istanti per notare come ti senti dopo la tua sessione. Qualche altro esercizio di stretching anche alla fine della seduta può aiutarti a rilassarti.

Lascia un commento