5 modi per domare la tua mente scimmia e fermare le chiacchiere mentali

I buddisti Zen si riferiscono al chiacchiericcio costante della mente come mente scimmia. Il Buddha sostenne che la mente umana è piena di “scimmie ubriache” che si lanciano dai rami degli alberi, saltano in giro e chiacchierano senza sosta. Voleva dire che le nostre menti sono in costante movimento.

Le tipiche chiacchiere mentali sembrano le seguenti:

  • La tua mente legge un elenco di cose da fare.
  • La tua mente elenca le sue paure, sia reali che immaginarie.
  • La tua mente ricorda cose successe in passato che ti hanno ferito.
  • La tua mente giudica il presente.
  • La tua mente crea scenari catastrofici del futuro.

Come risultato di questa mente scimmia, è quasi impossibile rallentare e godersi il presente. Inoltre, tutta quella negatività influisce sul nostro umore, rendendoci infelici, arrabbiati, irrequieti e ansiosi; ostacola la nostra capacità di concentrazione; ha un impatto negativo sul nostro comportamento e interferisce con la nostra capacità di avere interazioni positive con gli altri. È anche molto stressante avere una scimmia che strida nella nostra testa tutto il giorno.

La buona notizia è che ci sono modi per calmare la mente scimmia. Domare la tua mente scimmia ti aiuterà a:

  • Avere più chiarezza mentale.
  • Concentrarti sul presente e sull’attività da svolgere.
  • Migliorare la qualità del tuo sonno.
  • Aumentare il tuo senso di calma e benessere.
  • Sentirti più felice.

Scopriamo i 5 modi per domare la tua mente scimmia e fermare le chiacchiere mentali.

  1. Sappi che la tua mente scimmia può essere domata. Il primo pass per calmare la tua mente scimmia è sapere che è possibile farlo. È molto probabile che fino a questo punto hai permesso alla tua mente scimmia di scatenarsi. Ma ora devi smettere di farlo. Dopo tutto, i tuoi pensieri non ti governano. Sei tu a governare i tuoi pensieri.
  2. Parla con la tua mente scimmia. Quando la mente scimmia è in pieno svolgimento, calmala conversando con essa. Fermati un attimo e ascolta quello che dice la tua mente scimmia.
    • Perché è così sconvolta?
    • Di cosa si sta preoccupando?
    • Continua a parlargli. Sta cercando di ricordarti qualcosa che deve essere fatto? Prendine nota in modo che la tua mente scimmia non debba più preoccuparsene.
    • La tua mente scimmia è ansiosa di qualcosa in futuro? Rassicura la tua mente scimmia che andrà tutto bene.
    • Conduci uno scenario nel peggiore dei casi con la tua mente scimmia e crea un piano di emergenza.
    • La tua mente scimmia sta esprimendo risentimento per qualcosa che è successo in passato? In tal caso, devi creare un piano d’azione per affrontare il tuo passato in modo che la tua mente scimmia smetta di sollevarlo. A volte la tua mente scimmia deve solo essere ascoltata. Una volta che avrà la possibilità di esprimere le sue lamentele e preoccupazioni, smetterà di chiacchierare.
  3. Stabilire una pratica di journaling. Questo è simile al punto sopra, ma viene fatto in maniera più consapevole. Stabilendo una pratica di journaling regolare, ogni giorno ti riserverai una finestra temporale per affrontare le preoccupazioni della tua mente scimmia. Cerca di fare quanto segue:
    • Fai sapere alla tua mente scimmia che ogni mattina avrete da 15 a 20 minuti per divertirvi.
    • Durante questo periodo, scrivi cosa stai pensando, cosa stai provando e tutto ciò di cui sei preoccupato. Fallo per la quantità di tempo che hai assegnato al Journaling.
    • Una volta che il tempo è scaduto, fai sapere alla tua scimmia che ha avuto voce in capitolo per quel giorno e che non presterai attenzione a nient’altro che dice fino alla sessione di journaling del giorno successivo.
    • Devi mantenere la parola, se la tua mente scimmia inizia a strillare in qualsiasi altro momento della giornata, rifiuta di porre la tua attenzione su qualunque pensiero la mente scimmia stia generando.
    • Spiega alla tua scimmia quanto segue: “La tua sessione per oggi è finita. Aspetta fino alla sessione di domani. Ti ascolterò allora.” Presto, la tua mente scimmia si renderà conto che è completamente inutile fare storie in qualsiasi momento tranne che durante le sessioni di journaling.
  4. Medita. Meditare è la tecnica più efficace che puoi usare per calmare la mente scimmia. Meditando, allenerai la tua mente a rimanere immobile, e recupererai il potere e il controllo dei tuoi pensieri. Se crei una pratica quotidiana di meditazione diventerai abile nel calmare la tua mente e nel mettere a tacere la mente scimmia.
  5. Pratica la tecnica ABC. Molte volte, la mente scimmia è causata da pensieri in disaccordo con ciò che sta accadendo. Cioè, c’è un contrasto tra i tuoi pensieri e l’ambiente circostante. Quando il momento presente non si allinea con ciò che la tua mente scimmia vuole, essa inizia a strillare. La tecnica ABC può aiutarti a gestire la disparità tra ciò che la tua mente scimmia pensa dovrebbe accadere e ciò che sta realmente accadendo. Ecco come funziona:
    • A sta per “attivazione dell’evento“. Scrivi in modo breve e chiaro cosa è accaduto.
    • B sta per “belief system (credenze)”. La tua mente scimmia inizia a interpretare ciò che sta accadendo in base alle tue convinzioni.
    • C sta per “conseguenze. Come conseguenza dei pensieri che stai avendo su ciò che è appena accaduto, proverai certe emozioni.
    • La chiave per domare la mente scimmia applicando la tecnica ABC è mettere in discussione le credenze su cui la mente scimmia si basa per giungere alle conclusioni che ti sta comunicando. Se rifiuti le convinzioni su cui fa affidamento la tua mente scimmia per giustificare la sua collera, essa non avrà altra scelta che calmarsi.

Domare la tua mente scimmia ha molti vantaggi, anche se richiederà un po ‘di pratica, si può fare. Le 5 strategie e tecniche spiegate sopra sono un ottimo ppunto di partenza.

Lascia un commento